Free Shipping in Europe over €250

translation missing: it.general.language.dropdown_label

0 Cart
Added to Cart
      You have items in your cart
      You have 1 item in your cart
        Total

        JONATHAN GRIFFITH

        Jonathan Griffith nasce a Grosseto il 26 ottobre 1979. Figlio di Sergio, titolare di una delle più importanti carrozzerie locali, scopre l'amore per la creatività e per i colori lavorando con il padre.

        Dopo gli studi si dedica alla progettazione di kit aerodinamici per auto e poi, nel 2008, diventa broker nautico. Il desiderio di festeggiare il compleanno della sua migliore amica, Anna Maria, con un regalo unico e personalizzato, è la scintilla che lo lancia nel mondo dell'arte.

        Recuperando vernici e compositi, realizza la sua prima opera, un dipinto brillante e materico chiamato “Calcio”.

        Da lì non si ferma mai. Coniugando la passione per la Pop Art, con le sue competenze, dà vita a sculture in vetroresina rifinite con vernici, e procedure di carrozzeria, grazie alle quali assumono quella patina scintillante che fa impazzire il pubblico. Ogni pezzo è interamente realizzato a mano e unico: non ce ne saranno mai due completamente identici per via della vita dei materiali e dell'artigianalità delle lavorazioni.

        Dagli stessi artisti:

        Chupa Hermes

        Chupa Chanel

        Chupa Cartier

        Chupa Rolex

        DANIELE COMELLI

        Daniele Comelli è nato a Genova il 23 novembre 1985. Fin dalla tenera età ha mostrato interesse nell'arte, forse perché è nato e cresciuto in una casa con 120 quadri appesi alle pareti e sculture in ogni angolo, sì perché suo padre Giorgio Comelli era gallerista e anche suo nonno.

        “Ricordo che in casa c'erano così tante opere d'arte che ormai riconobbi i grandi pittori genovesi, e non solo, le loro firme, la loro tecnica e con il tempo non dovetti più prendere il metro per misurarle perché già riconoscevo dimensioni."

        Terminati gli studi inizia a lavorare nella Galleria di Famiglia con Padre Giorgio, che gli insegna a curare i quadri, a restaurarli, a pulirli, a vivere l'arte in modo diverso, ad amarla. La Galleria, fondata nel 1967, si occupa solo di arte classica, da De Pisis a Michetti, Scanavino, Silvestro Lega, Gamberini e tanti altri grandi artisti. Ma Daniele vuole ritrovare la sua identità e negli anni, grazie ai libri ma soprattutto grazie a internet, si avvicina alla pop art e all'arte contemporanea, inizia a scoprire un nuovo stile, un nuovo approccio all'arte. Giorno dopo giorno si innamora di questo mondo, di questa arte diversificata. Parte da artisti poco conosciuti, ma che gli trasmettono emozioni e significato attraverso i loro dipinti, fino ad arrivare ai giorni nostri, dove tratta grandi brand internazionali e continua la sua ricerca dei migliori artisti del mondo.